logo

Frascati, la mia città.

L’odore dell’erba fresca, una SPERATELLA di sole che intiepidisce l’aria e fa brillare i prati molli di rugiada e rinverdisce le acacia sulle colline, questa è Frascati a primavera.

I colori cangianti delle Ville Principesche che dànno sempre nuova suggestione alle antiche vestigia del nostro passato, i sentieri ancora visibili battuti dagli ultimi irriducibili tuscolani, questa è ancora Frascati.

L’erede di quella antica Frascati che pullulava di allegre Fraschette dove si consumava, in affettuosa amicizia, il pasto frugale della sera, innaffiato d’inebriante cannellino sul filo del fresco ponentino pomeridiano.

L’erede di quella Frascati cui facevano corona gli orti e le vigne pullulanti di animali da soma, di uomini bruciati dal sole e dalla fatica, felici dell’armonia della pace e della famiglia, contenti di essere tornati all’ombra del campanile.

logo